Logo Comitato Decima Zona FIV
Wednesday, 3 September 2018
homemailfacebooksitemap
Ricerca:
HOME    X ZONA    REGATE    ATTIVITÀ    TECNICI    UDR    FORMAZIONE    UN VELISTA AL MESE    

benvenuti

Il Comitato X Zona FIV è lieto di accogliervi all\'interno del suo nuovo sito augurandosi che sia di vostro gradimento.

Come ogni organizzazione moderna, tramite Internet, esso vuole mettere a disposizione di tutti voi informazioni utili e servizi offerti.

Il Comitato X Zona FIV



[03.09.2018] - EMOZIONI OLIMPICHE NELLA RIVIERA DEL CONERO, ANCONA SALUTA I FINN DELLA COPPA ITALIA

EMOZIONI OLIMPICHE NELLA RIVIERA DEL CONERO, ANCONA SALUTA I FINN DELLA COPPA ITALIA

Ancona, 3 settembre 2018. "Il vincitore di questa tappa della Coppa Italia è campione mondiale master in carica. Io chiudo secondo dopo aver riconfermato il titolo mondiale juniores pochi giorni fa. Morale della favola? L'esperienza conta sempre nella vela, tanto più qui, sul Finn, dove la maggior parte dei concorrenti ha anni e anni di successi alle spalle". Queste le parole di Federico Colaninno, portacolori dello Yacht Club Gaeta E.V.S. e figlio (d'arte) di papà Nando a margine della regata nazionale Finn che si è conclusa ieri ad Ancona.

La giovane promessa del singolo più ambito, oggi leader del ranking nazionale, ha dovuto cedere la palma di migliore in acqua a un sennior di tutto rispetto: a vincere la penultima tappa del circuito nazionale, che si concluderà a Viareggio il prossimo 28 ottobre, è stato Giacomo Giovanelli (C.N. Fanese G. Viviani). Proprio lui che ha iniziato a regatare tardi, a 21 anni, passando dal Laser al Musto Skif, da qualche anno si è avvicinato al Finn assieme ad altri coetanei marchigiani, coi quali sta condividendo una crescita tecnica e una scia di successi non da poco, a cominciare dalla medaglia d'oro al mondiale master, conquistata lo scorso maggio a El Badis (Spagna). "Vincere in casa significa molto per me - sottolinea il 43enne fanese - Oltre ai tanti bravi velisti della zona, in acqua c'erano diversi campioni provenienti da altre regioni con alle spalle titoli nazionali e internazionali. La manifestazione ha dato grande lustro al nostro mare e ad Ancona in particolare anche perchè, nonostante la perturbazione, abbiamo portato a termine 3 prove. Un plauso speciale va al club organizzatore, la Lega Navale Italiana Sezione di Ancona, e alla Giuria".

Alle spalle di Giovanelli e Colaninno, da segnalare il terzo posto di Roberto Strappati, alfiere del circolo organizzatore, numero 2 del ranking italiano, seguito dall'amico-rivale Tommaso Ronconi (Assonautica Ancona) che ha sfiorato il podio. Alla manifestazione dorica hanno partecipato 23 concorrenti, di cui 11 tesserati nella zona. "Questi numeri dimostrano che il Finn è una classe tutt'altro che tramontata - sottolinea il segretario zonale Bastiaan Brouwer, anche lui in gara per i colori del C.N. Fanese G. Viviani e 11esimo sul traguardo - Al di là delle condizioni atmmosferiche e del numero di prove, quando scendono in acqua i Finn è sempre un grande evento sportivo che assicura agonismo e livello tecnico in gara ma anche tanto spettacolo per il pubblico. Sono molto soddisfatto per la gestione della manifestazione sotto tutti i punti di vista, stanti le condizioni meteo-marine c'era il rischio di tornare a casa senza aver messo le barche in acqua. La classe guarda con ammirazione agli sforzi dei finnisti marchigiani che si stiano comportando molto bene nelle regate nazionali e internazionali. Come associazione di riferimento faremo di tutto per riportare in futuro nelle Marche altre manifestazioni di rilievo ma lavorereno anche per creare sinergie tra i circoli e il Comitato X Zona affinchè il Finn torni a far parte dei progetti atletici dei singolisti". Dell'importanza formativa del Finn ne sono convinti tutti gli specialisti della zona che, dal debutto olimpico di Filippo Baldassari ai Giochi Olimpici del 2012 in questa classe, hanno riscoperto la bellezza di veleggiare su una deriva che ha fatto la storia della vela. "Secondo me il Finn forma un velista completo come nessun altra imbarcazione - conclude Giovanelli - Il gruppo marchigiano non è giovanissimo ma dotato di tanta passione: spesso ci alleniamo insieme ma in regata siamo agguerritissimi anche fra di noi poi una volta va bene a me, un'altra va meglio a te. Guardiamo con ammirazione ai giovanissimi finnisti, come Federico Colaninno appunto: chi comincia prima ha la possibilità di imparare tantissime nozioni tecniche che si porterà dietro su tutte le altre barche su cui navigherà".

Gli altri marchigiani in gara: 7. Paolo Cisbani (YC Riviera del Conero), 8. Michele Petrucci (SEF Stamura), 9. Goran Zepponi (LNI Ancona), Bastiaan Brouwer (CN Fanese G. Viviani), 14. Luca Mancini (LNI Ancona), 19. Luca Taruschio (ASD Nautica Picena), 22. Fabio Pinaro (SEF Stamura), 23. Pierluigi Fiordelmondo (YC Riviera del Conero).

Info: www.finnclass.it


Autore: Ufficio Stampa Comitato X Zona FIV